Metodi Contraccettivi

L’azione contraccettiva è dovuta sia all’azione di barriera del diaframma sia all’effetto dello spermicida che di solito si associa al diaframma. La percentuale di fallimento è elevata, è necessario un corretto posizionamento. Sono controindicazioni all’utilizzo il prolasso utero-vaginale, cisto/rettocele, infezioni urinarie ricorrenti.

Si basa sull’analisi del muco cervicale che viene prodotto sotto lo stimolo degli estrogeni. Questo, durante l’ovulazione, si modifica diventando più fluido e filante per facilitare il cammino degli spermatozoi attraverso la cervice. L’ultimo giorno in cui il muco mantiene queste caratteristiche corrisponde al periodo di massima fertilità https://www.shop-farmacia.it/ ("giorno del picco"). Come periodo a rischio si considera l’arco di tempo compreso tra l’inizio della secrezione di muco e i 4 giorni seguenti "il giorno del picco". I limiti della metodica sono dati dalla soggettiva capacità di ogni donna di valutare le variazioni di muco, non necessariamente correlate all’ovulazione stessa.

Metodi Contraccettivi: Preservativo Interno

Il metodo Billings consiste nell’osservazione del muco cervicale che risente delle influenze delle fasi ormonali. Se si dimentica una sera, si ha tempo 12 ore per assumerla mantenendo la sicurezza contraccettiva. Se compare vomito o diarrea entro 3-4 ore dall’assunzione, va ripresa un’altra pillola. Può essere effettuata tramite assunzione di compresse orali giornalmente o con sistemi a lento rilascio .

contraccettivi

La Spirale ormonale o IUD è un dispositivo, generalmente a forma di T, che viene inserito nell’utero della donna da un ginecologo. La spirale può essere lasciata in posizione per diversi anni e non necessita di particolare cura o di controlli periodici da parte del medico. Va posizionato in vagina ed ha una efficacia di tre settimane; alla quarta settimana va rimosso e avviene la mestruazione.

Metodi Contraccettivi

Per essere efficaci, i contraccettivi orali esclusivamente progestinici devono essere assunti alla stessa ora del giorno, tutti i giorni. I contraccettivi orali esclusivamente progestinici forniscono una contraccezione efficace soprattutto per l’ispessimento del muco cervicale che previene il passaggio degli spermatozoi attraverso il canale cervicale e la cavità endometriale per fecondare l’ovocita. In alcuni cicli, questi contraccettivi orali sopprimono anche l’ovulazione, ma questo effetto non è il principale meccanismo di azione.

Il pene va rimosso attentamente dalla vagina subito dopo l’eiaculazione, tenendo stretto il profilattico alla base in modo tale che lo sperma non fuoriesca. Per effettuare la scelta più opportuna nel rispetto della vostra salute (innocuità) e delle vostre necessità, vi raccomandiamo di consultare il vostro medico di fiducia o di rivolgervi al Consultorio Familiare della vostra città. L’Organizzazione mondiale della sanità e Center for Disease Control and Prevention diffondono queste informazioni, CDC anche attraverso strumenti grafici, utili per il counselling sulla scelta contraccettiva . Il medrossiprogesterone acetato non aumenta il rischio di sviluppare tumori della mammella, dell’ovaio o tumori della cervice invasivi.

Come si misura l’efficacia di un metodo contraccettivo?

La misura più frequentemente utilizzata per stimare l’efficacia di un metodo contraccettivo è l’Indice di Pearl (IP), che riporta il numero di gravidanze che si verificano durante un anno in 100 donne che usano un determinato metodo: minore l’Indice di Pearl, maggiore è la sicurezza del metodo contraccettivo.

Sebbene questo metodo sia diffuso in diversi Paesi, non risulta particolarmente utilizzato in Italia. Il cerotto transdermico è un vero e proprio cerotto che si applica sulla pelle. Va cambiato ogni settimana, per tre settimane consecutive, a cui seguono 7 giorni di pausa durante i quali avviene la mestruazione. Gli ormoni contenuti nella pillola inibiscono l’ovulazione, alterano la composizione del muco della cervice uterina per rendere meno favorevole il passaggio degli spermatozoi e creano un ambiente sfavorevole nell’utero all’impianto di un eventuale ovulo fecondato.

Metodo Naturale Sintotermico Dopo Il Parto

Queste metodiche dovrebbero servire ad aumentare l’efficacia di altri sistemi contraccettivi quali il diaframma, lo IUD o il profilattico. Al terzo posto come sicurezza contraccettiva si trovano i metodi di barriera . Questi metodi hanno il vantaggio di essere più utili dei precedenti nella prevenzione anche delle malattie sessualmente trasmesse . Questi metodi contraccettivi sono perfetti per tutte le ragazze, anche le più giovani, sessualmente attive e per le donne che vogliono evitare una gravidanza, anche se ogni singolo caso deve essere valutato insieme ad un ginecologo. L’effetto collaterale più comune sono ciclo mestruale irregolare o assente e cefalee.

Iniziamo subito specificando che nessun metodo contraccettivo – al di fuori dell’astinenza – offre una protezione TOTALE da gravidanze indesiderate, né tantomeno da malattie sessualmente trasmissibili. Nonostante quanto detto, è comunque doveroso ribadire che il perfezionamento di alcuni metodi https://farmaciedelsorriso.it/ è tale da minimizzare il rischio di fallimento. Per quanto riguarda l’efficacia, non tutti sono classificati allo stesso modo. Inoltre, l’uso di alcuni metodi contraccettivi, come i preservativi, può impedire la contrazione delle malattie sessualmente trasmissibili . Il metodo sintotermico è quello più conosciuto e utilizzato, ma nei primi mesi non può essere preso in considerazione come metodo contraccettivo dopo il parto poiché è necessario avere un ciclo mestruale regolare e stabile e bisogna quindi attendere quel momento. Il metodo va, in ogni caso, sempre preceduto da un corretto addestramento con personale specializzato e implica una forte motivazione della donna e del partner, che devono attenersi a un comportamento sessuale con dei limiti e delle attenzioni precise.

  • Con una circolare del 24 agosto 2006 la Regione Umbria diede ordine a tutti i farmacisti l’obbligo di somministrare il farmaco.
  • Le donne sane non fumatrici possono assumere compresse combinate a basso dosaggio fino alla menopausa.
  • Il cerotto invece ha una durata settimanale, si applica in qualunque zona della cute, salvo seno, genitali e viso, e dopo una settimana si rimuove e se ne mette un altro altrove, per tre settimane in tutto.
  • Il sanguinamento intermestruale diventa più frequente all’aumentare della durata dell’utilizzo di cerotto o anello.
  • L’impiego di questa metodica pertanto, per dare risultati accettabili, richiede un notevole controllo da parte del partner maschile.
  • La donna inserisce in vagina l’anello, che rilascia per tre settimane il farmaco, poi lo rimuove ed effettua una settimana di pausa in cui arriva la mestruazione, e quindi si ricomincia, similmente alla pillola in compresse.

Quindi, una pillola inattiva viene assunta quotidianamente per 4-7 giorni per permettere il sanguinamento da sospensione. In alcuni prodotti, la pillola placebo contiene ferro e folato ; in altri, questa pillola non è veramente inattiva ma contiene 10 mcg di etinil-estradiolo. I https://www.farmaciaeuropea.it/ orali combinati sono disponibili anche come prodotti a ciclo prolungato o come prodotti per uso continuo .

Iniezioni Di Progestinici E La Spirale: Due Soluzioni Per Una Contraccezione Di Lunga Durata

Inoltre proteggono anche dalle malattie sessualmente trasmissibili come l’AIDS e la gonorrea. Sono rappresentati da capsule o bastoncini inseriti nel tessuto sottocutaneo. Rilasciano gradualmente nel tempo una dose costante di progestinico nei tessuti. Sono farmaci che bloccano l’ovulazione, modificano la consistenza del muco e agiscono sull’endometrio.

Naturalmente per l’uso della pillola bisogna escludere patologie che ne controindichino l’uso, per cui alcuni accertamenti medici sono necessari prima della sua prescrizione, come pure durante il suo utilizzo. Qui ti proponiamo una piccola guida che può esserti utile per orientarti nella scelta del metodo contraccettivo più adatto a te. Tuttavia, se avevano già provocato l’ittero in passato, i pillola contraccettiva orali non dovrebbero essere assunti. Prima della prescrizione di contraccettivi orali è necessaria un’accurata anamnesi della paziente; un esame obiettivo non è obbligatorio ma idealmente deve essere effettuato entro 1 anno dall’inizio dell’assunzione di contraccettivi orali.

Tuttavia, generalmente viene raccomandato di iniziare a utilizzare un contraccettivo entro 3 mesi dopo il parto. Un prodotto viene assunto ogni giorno per 12 settimane, poi sospeso per una settimana, quindi il ciclo mestruale si verifica quattro volte l’anno. https://www.casafarmacia.com/ Un altro comporta l’assunzione della compressa attiva ogni giorno, in tal caso non vi è un sanguinamento programmato ma può verificarsi sanguinamento irregolare. Nessun metodo di controllo delle nascite è perfetto e garantisce una contraccezione al 100%.

Altri metodi, tuttavia meno efficaci, sono quelli basati sul riconoscimento della fertilità. In ogni modo esistono strutture sanitarie, i Consultori Familiari, dove è possibile effettuare con l’aiuto del medico la scelta del contraccettivo più idoneo per la coppia o avere chiarimenti in merito alle Malattie Sessualmente Trasmesse. E’ un piccolo computer in grado di memorizzare informazioni sulle caratteristiche mestruali personali e di misurare nelle urine del mattino due ormoni mediante stick rilevatori. Può essere usato solo da donne che hanno cicli di durata compresi tra i 25/35 giorni. Si basa sul rilevamento della temperatura di base misurata tutte le mattine a riposo.

Contraccettivi Intrauterini Iud

Tutti i metodi ormonali possono avere effetti collaterali e limitazioni d’uso simili. Anche se i contraccettivi orali possono rallentare il metabolismo di alcuni farmaci (p. es., meperidina), questi effetti non hanno importanza clinica. La loro incidenza aumenta all’aumentare della durata di utilizzo e della dose di contraccettivi orali; gli adenomi generalmente regrediscono spontaneamente dopo la sospensione dei contraccettivi orali. Secondo i metodi contraccettivi naturali, si pratica l’astinenza oppure si usano i metodi di barriera nei giorni in cui la donna è fertile mentre non si prendono precauzioni nei restanti giorni. I preservativi potrebbero non essere efficaci, ad esempio perché si rompono o si sfilano. In generale i preservativi in ​​lattice sono i più efficaci nella prevenzione della gravidanza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>